Il ventiduenne ha difeso con successo la sua Maglia Gialla, festeggiando il trionfo sul viale Champs Elysées.

Condividi:

Bernal è fiero di aver fatto la storia

Il vincitore più giovane dell’era del dopoguerra e il primo Colombiano in assoluto ad aggiudicarsi il Tour de France. Siamo sicuri che la responsabilità non sia poca.

“Questa è una delle cose più belle per noi perché si tratta del nostro primo Tour de France.” Spiega Bernal, “Ho appena finito di parlare con la mia famiglia e con i miei amici. Sono molto felice e fiero di trovarmi in questa posizione. Penso di non rendermene ancora conto del tutto.”

Bernal ha raggiunto la vittoria con l’aiuto dei membri del suo team e del vincitore del 2018 Geraint Thomas. Lo Scozzese ha ammesso di essere dispiaciuto di non aver vinto, ma molto felice per Bernal.

“Il modo in cui tutto il team ha gareggiato è stato incredibile. E non poteva esserci nessun miglior vincitore di Egan. Si tratta di un ragazzo genuino, di cuore, simpatico e felice. È davvero un piacere pedalare con lui. E cavolo, ha solo 22 anni!”.

Alaphilippe ha dato il massimo

Il Francese è stato in testa alla gara per 14 giorni, ma è scivolato dal podio nei chilometri finali.

“Ho dato tutto quello che potevo dare, sarebbe stato difficile fare di meglio” commenta Alaphilippe. “Mi ero immaginato che avrei ceduto prima o poi, ma mi sono comunque mantenuto bene. Sono molto fiero di quello che Enric Mas, mio compagno di team, ha fatto per me. Senza di lui sarei uscito dopo un solo quarto d’ora. Io sono così, o do tutto o non do nulla”

Romain Bardet si aggiudica la Maglia a Pois

Dopo Warren Barguil nel 2017 e Alaphilippe l’anno scorso, Bardet si è assicurato il premio di consolazione “Quando ero piccolo sognavo di vincere la Maglia a Pois. Per me è una bella soddisfazione. Questa sarà la mia quinta volta in sette partecipazioni sul palco nel viale Champs Elysées, ogni volta per un premio diverso. Reinventarsi è sempre positivo. Le cose non sono andate secondo i miei piani durante questo Tour, ma prima di pensare a cos’ho sbagliato, voglio godermi questo trofeo. Possiamo fallire ma non possiamo non provare a dare il massimo”.

Sagan batte il record

Tutto ciò che doveva fare era finire. E l’ha fatto, eccome se l’ha fatto. Peter, un brindisi alla tua settima Maglia Verde ŠKODA.

Peter Sagan “spoiling” the Team Ineos moment. © Profimedia, Zuma Press
Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.