camperLa storia di Dřevák Bikes potrebbe essere definita come la versione ciclistica di Mission Impossible. Costruire una bici con il telaio di legno, senza correre il rischio di romperla alla prima buca, sembrava impossibile anche ai più esperti costruttori di biciclette. Proprio per questo Ondřej Čarňanský ha voluto affrontare questa sfida.

Condividi:

C’è voluto un anno, sfruttando il tempo libero dopo il lavoro. Grazie ai consigli e alle osservazioni di altri meccanici, costruttori, ciclisti professionisti, di un allenatore della nazionale e di un professore universitario con la passione per il legno e l’ingegneria meccanica, ci è riuscito. Il prototipo ha superato tutte le aspettative di Ondřej. La bici, una volta costruita, è stata soprannominata, con orgoglio, “la Rolls-Royce delle biciclette”.

He proudly calls it “the Rolls-Royce of bicycles.”

Poco dopo la costruzione del prototipo, curiosi e appassionati hanno iniziato a informarsi su come poter acquistare una di queste biciclette. Ondřej Čarňanský, dal canto suo, è intenzionato a vendere le sue opere, ma non prima di aver raccolto i fondi per ottenere la certificazione di qualità ISO. Scopri come sostenere l’iniziativa di Ondřej visitando la sua pagina di crowdfunding.

Si tratta di un progetto è davvero unico e originale, per questo abbiamo voluto incontrare Ondřej per chiedergli di raccontarci in prima persona le particolarità della sua impresa e i suoi piani per il futuro.

Considerando la dimensioni ridotte del mercato della Repubblica Ceca, Dřevák Bikes è un marchio orientato al mercato globale. Perché hai scelto la parola ceca “Dřevák”?

Tutto il progetto, incluso il contenuto del nostro sito web creato in 4 lingue, è nato come una sorta di prova: volevo sapere se ci sarebbe stata una reale richiesta di questo prodotto. Dal momento che il mercato ceco è piuttosto piccolo, abbiamo pensato a un nome divertente e facile da pronunciare anche per gli stranieri. Avevamo pensato a Woodoo, ma poi abbiamo preferito un nome ceco, anche per una questione di orgoglio della nostra lingua madre. Diversi marchi hanno avuto successo con nomi cechi, ad esempio ŠKODA Auto o Baťa. Inoltre, in questo modo, susciteremo curiosità in ogni straniero, che vorrà subito scoprire il significato della parola Dřevák.

(Dřevák ha due significati in ceco. Il primo è: zoccolo;  il secondo è: un individuo goffo, qualcuno con le mani “di legno”)

Dřevák means two things in Czech – a clog and someone with “wooden” hands - a clumsy human individual.

In che modo il tuo prodotto si distingue dalle altre biciclette di legno?

Lo ammetto, non sono stato il primo ad avere l’idea di costruire una bicicletta con il telaio in legno. Si possono facilmente trovare altre aziende che realizzano prodotti simili, ma i miei sono completamente diversi. Cerco di trovare le mie soluzioni tecnologiche, che forse sono le migliori. La struttura delle mie biciclette potrebbe sembrare un po’ asimmetrica, ma è molto pratica e garantisce ottime prestazioni su strada.

Come collaudi le tue bici?

Le collaudo personalmente. Il prototipo ha percorso circa due mila chilometri in condizioni normali ed estreme. Ho fatto maratone MTB, triathlon ed ogni genere di percorso senza problemi. Però adesso è necessario ottenere la certificazione di qualità ISO.

New technologies enable you to create something completely different from the bikes made 100 years ago.

Quanto tempo ci vuole per costruire una bici?

Ogni bici è completamente realizzata a mano, e questo è un fattore limitante. La previsione realistica è di uno o due mesi per ciascun modello.

Quali sono i tuoi piani per i prossimi mesi?

Mi piacerebbe ottenere la certificazione di qualità ISO e iniziare a costruire Dřevák Bikes a tempo pieno. Sto anche lavorando ad una bicicletta per bambini e l’idea di base è realizzarne una estremamente leggera. Vorrei produrre uno modello che pesi circa 6 kg, una grande differenza  rispetto ai 10 kg delle biciclette standard per i più piccoli, pensate per bambini che normalmente pesano tra i 25 e i 30 kg. Seguendo questa logica, un adulto, che di solito pesa 75 kg, dovrebbe avere una bici da 30 kg. Davvero troppi

Già, è vero! Grazie per le tue risposte, Ondřej.

Grazie a voi!

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.