Betty lavorava come operaia in una fabbrica fuori città. Ogni mattina, mentre si recava allo stabilimento, si imbatteva in un giovane ragazzo poco più grande di lei, che, sfrecciando sulla sua bicicletta, le regalava un sorriso in grado di farle affrontare con entusiasmo tutta la faticosa giornata di lavoro. Dopo alcuni mesi, una mattina come tante, il ragazzo, incrociandola più o meno al solito punto, le sorrise come sempre, ma non proseguì: fermò la sua bici e si presentò. Si chiamava Graham. La accompagnò alla fabbrica e continuò a farlo per mesi, prima di invitarla ad uno spettacolo teatrale. Betty e Graham da quel momento furono inseparabili. Senza indugiare più di tanto, decisero di prendere un piccolo appartamento e poi iniziarono ad andare in bici assieme. Ma non su due bici diverse, bensì a bordo di un tandem. Utilizzare quel mezzo così strano era un modo per far capire a loro stessi e al mondo intero che erano inseparabili e che erano convinti, decisi e sicuri di poter fare tanta strada assieme. In sella alla loro speciale bicicletta, negli anni ammirarono splendidi paesaggi, raggiunsero posti inimmaginabili e scoprirono angoli inesplorati. Ma non solo. Affrontarono salite impervie, terreni sconnessi, sentieri fangosi… Stare insieme su quel tandem comportava felicità e fatica. Questi due aspetti così diversi tra loro si alternavano di continuo nel corso degli anni, in un moto perpetuo simile a quello delle pedalate che permettevano alla coppia di continuare il proprio percorso, con una sola convinzione: proseguire assieme e non scendere da quel tandem. Come una sorta di promessa.

E così è stato. Al di là di tutto quello che hanno vissuto, ciò che più importa è che oggi, Betty e Graham, a distanza di anni, stanno ancora pedalando…

Vivere al meglio ed essere in salute dopo aver compiuto 90 anni è già un traguardo di per sé, ma Betty Cox, ora novantunenne, non si è accontentata. Insieme a suo marito Graham, 86 anni, ha comprato una bicicletta tandem, per continuare a vivere la passione per la bicicletta. E dopo solo una stagione, i due coniugi sono riusciti a percorrere ben 1.000 miglia!

“Abbiamo sempre amato il ciclismo”, ha dichiarato la signora Cox. “Mio marito andava in bicicletta da quando aveva 10 anni. Io vado in bicicletta da 69 anni e mio marito da 76. Abbiamo iniziato ad andare in tandem poco dopo che ci siamo incontrati e da allora lo abbiamo sempre amato. Nel 1949 abbiamo pedalato da casa nostra alla Cornovaglia e ritorno in una settimana. Siamo anche arrivati in Scozia in pochi giorni. Non ci fermiamo mai.”

L’impresa è ancora più impressionante, se si considera che la coppia non aveva l’obiettivo di raggiungere il traguardo dei 1.000 miglia. Semplicemente… è successo.

“Abbiamo dato un’occhiata al dispositivo che registra la distanza percorsa e risultava che avevamo raggiunto 1.000 miglia. Siamo rimasti piuttosto sorpresi. Non abbiamo mai veramente pensato a quante miglia facciamo. Suppongo che non siano molte le persone che riescono a raggiungere quella cifra alla nostra età.”

Betty e Graham escono in sella al loro tandem circa quattro volte a settimana e nel corso degli anni hanno pedalato ovunque. Galles, Irlanda, Norvegia… Sono convinti che questo sia il segreto delle loro vita sana e felice.

“L’esercizio regolare, come quello che facciamo sul tandem, è la chiave per una vita lunga e felice”, ha affermato Betty Cox.

“Guardaci. Considerando la nostra età, capisci come l’esercizio sia molto importante nel corso del tempo. Non siamo mai stati una coppia dallo stile di vita sedentario. Abbiamo sempre trovato il ciclismo divertente e rilassante.”

Ora non ci resta che immaginare dove Graham e Betty andranno in sella al loro tandem, sicuri che qualsiasi meta sceglieranno, in fondo, sarà solo un dettaglio. Ciò che conta davvero per loro è continuare a pedalare assieme, senza fermarsi. Mai.

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.