Andrea ha nove anni e vive in un paese ai piedi di una montagna. D’estate quando la scuola è finita, Andrea viene raggiunto da suo cugino Matteo, che si ferma in paese per qualche settimana di vacanza. Matteo ha tre anni in più di Andrea e vive in città. Ha uno spirito competitivo e non perde mai un’occasione per sfidare il cugino più piccolo in qualsiasi sport. È più grande e ha gioco facile quasi in tutto. Come ogni estate i due cugini si sfidano nella ormai celebre gara della fontana: chi arriva primo in bici alla fontana del paese, partendo da casa di Andrea, vince. Il percorso è di circa un chilometro: passa dalla strada che affianca il bosco e arriva fino ai vicoli chiusi al traffico nel centro del paese. Al momento della partenza, Matteo considera la gara una pura formalità, come ogni anno. Ma questa volta le cose vanno diversamente. Nonostante sia più veloce di Andrea, Matteo perde terreno ad ogni curva. Il cugino più piccolo affronta ogni svolta facendo traiettorie agili e sicure, lasciando dietro di sé l’avversario, che recupera nel rettilineo per poi essere puntualmente staccato ad ogni curva. Vedendo Andrea arrivare per primo alla fontana, Matteo rimane senza parole. “Ma dove ha imparato a pedalare così? E chi gli ha insegnato a fare le curve in quel modo?”

Non c’è niente di più eccitante che piegarsi in curva, cambiare direzione e poi continuare a pedalare. Ma un errore, in queste situazioni, potrebbe avere gravi conseguenze.
Ecco alcuni consigli per evitare di farsi male e affrontare le curve al meglio.

Hai controllato la tua bici?

La manutenzione delle bicicletta va effettuata costantemente. Se non hai avuto tempo, per lo meno, controlla i freni e che le gomme siano gonfie.

Può sembrare ovvio, ma anche poche gocce di pioggia possono trasformare un percorso familiare in una potenziale insidia. Quindi fai sempre molta attenzione alle condizioni del tempo e della strada.

Frena in tempo e scala marcia

Se ti avvicini ad una svolta lentamente, potrai individuare meglio gli ostacoli e la forma della curva. Anche con gomme grosse e a bassa pressione, in curva non hai molta aderenza al terreno. La tua frenata deve essere effettuata in tempo, in modo tale da avere abbastanza tempo per scalare le marce e riprendere a pedalare con energia.

Scegli la tua traiettoria in anticipo

A meno che tu non sia un ciclista professionista, è improbabile che tu possa effettuare ampie traiettorie in curva. La sicurezza è l’aspetto più importante, soprattutto se sulla strada ci sono dei veicoli a motore.

Sfrutta la corsia per quanto ti è possibile. Controlla che nessuno intralci la tua manovra e segnala la tua intenzione prima di svoltare.

Abbassa il baricentro

Inclinandoti, il tuo baricentro si avvicina al centro della curva. Mantieni il sedere sulla sella per migliorare questa dinamica e tieni le mani ben salde sulle impugnature del manubrio.

Riprendi a pedalare

Grazie alla tua frenata in anticipo, dovresti aver già inserito la marcia giusta; quindi, non appena senti il tuo corpo sollevarsi in posizione verticale, puoi riprendere a pedalare con tutte le tue forze.

L’esperienza può esserti utile

Gestire al meglio la bici in curva è anche questione d’esperienza. Attraversare le curve in sella alla propria bicicletta è divertente; cadere e farsi male non lo è per niente. Quindi resta concentrato, frena in anticipo e affronta ogni curva senza problemi!

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.