Dalle campionesse del ciclismo alle celebrità che amano questo sport, ecco alcuni dei personaggi più importanti del 2018 nel ciclismo femminile…

Condividi:

Isla Rowntree

Campionessa nazionale di ciclocross per tre volte e campionessa di mountain bike. La britannica Isla Rowntree conosce bene il mezzo a due ruote. Nonostante questo, ha raggiunto la popolarità grazie alla sua linea di biciclette per bambini, Islabikes. Producendo bici per i più piccoli (con un’attenzione specifica allo sviluppo del bambino e alla forma della bicicletta), Isla è fonte di ispirazione per una nuova generazione di campionesse come Bradley Wiggins e Victoria Pendleton.

Davina McCall

Davina McCall è una presentatrice televisiva molto amata, conosciuta anche per aver condotto il Grande Fratello. Ha iniziato ad appassionarsi alla bici intorno ai 40 anni, portando a termine una serie di sfide ciclistiche davvero impressionanti. Oggi è impegnata in campagne a sostegno delle donne cicliste e gestisce l’evento annuale da lei ideato in Sussex: una competizione ciclistica benefica a favore della ricerca medica per bambini.

Laura Kenny

Meglio conosciuta come Laura Trott, è forse una delle più famose cicliste britanniche. È diventata campionessa della disciplina affrontando e superando notevoli avversità. È nata con un polmone collassato e soffre d’asma, ma la sua perseveranza e la sua determinazione le hanno permesso di vincere due medaglie d’oro sia alle Olimpiadi di Londra nel 2012, che a quelle di Rio de Janeiro nel 2016. Laura è stata una convinta sostenitrice della campagna #LikeAGirl, iniziativa ideata per incoraggiare le ragazze a fare sport durante il periodo scolastico.

Claire Lomas

Una vera fonte d’ispirazione. Claire Lomas ha raggiunto la popolarità dopo aver partecipato alla Maratona di Londra del 2012 grazie all’ausilio di un abito robotico, cinque anni dopo un incidente a cavallo che l’ha paralizzata dal petto in giù. Dopo quella famosa camminata durata 17 ore, Claire ha vinto altre sfide, mettendosi alla prova in test fisici, raccogliendo fondi per la ricerca sulle lesioni spinali e ispirando persone in tutto il mondo grazie alla sua storia. Quando prese in mano una bicicletta dotata d’imbottiture elettroniche per far muovere le gambe, Claire diede ennesima prova della sua grande determinazione. Ha pedalato intorno al Regno Unito, imparato a sciare, si è sposata e ha avuto due figli. Un vero esempio per tutti.

Juliana Buhring

Juliana Buhring è una ciclista e scrittrice anglo-tedesca. Nel 2012 Juliana ha stabilito il Guinness dei primati per essere stata la donna a fare il giro del mondo in bicicletta in minor tempo, percorrendo oltre 18.000 miglia in 152 giorni. La cosa più impressionante è che Juliana imparò a pedalare solo tre mesi prima della partenza. Tra le numerose sfide a cui ha preso parte ricordiamo l’avventurosa corsa in bici attraverso l’America documentata nel film “Inspired to Ride.”  https://watch.inspiredtoride.it

Lizzie Deignan

Nel 2016 Lizzie è entrata a far parte della storia del ciclismo femminile: ha vinto il Women’s Tour, diverse classiche e i Campionati del Mondo. Da allora i risultati di  altre atlete l’hanno messa un po’ in ombra. Che il 2018 sia l’anno del riscatto per questa grande campionessa?

Annemiek van Vleuten

Annemiek van Vleuten corre per la squadra Mitchelton-Scott e in carriera ha collezionato numerosi premi,  tra cui la cronometro femminile ai Campionati del Mondo UCI Road 2017 a Bergen. Nel 2016 ha rischiato la vita quando è caduta contro un marciapiede durante una discesa della gara femminile alle Olimpiadi di Rio. Tuttavia, nonostante una commozione cerebrale e la rottura di tre vertebre, ha promesso di voler tornare a vincere. Annemiek è determinata e non vediamo l’ora di fare il tifo per lei alle Olimpiadi del 2020!

Prossimo articolo della serie Why We Ride

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.