Hai mai pensato a come sarebbe la tua vita se andassi regolarmente in bici? In mountain bike, su una bici da corsa o per gli spostamenti giornalieri; non importa in che modo. Senza considerare come quest’abitudine influirebbe sulle tue spese o sulle tue relazioni personali, vogliamo informarti su cosa accadrebbe al tuo organismo dopo alcune settimane, mesi o addirittura dopo un anno di ciclismo. Sarai sorpreso dagli effetti positivi che la bicicletta può avere sulla tua salute. Nel caso tu sia già un ciclista, potresti far leggere queste righe ad amici, colleghi o parenti che vorresti coinvolgere nelle tue frequenti uscite.

Il passo più importante è salire in bici e iniziare a pedalare.

1. Gli effetti dell’attività in bici…alla prima uscita

Stare in sella ad una bicicletta, sfrecciare per le strade o gestire la bici sui sentieri di montagna è davvero divertente. Quello che non puoi immaginare è il processo benefico che avviene all’interno del tuo organismo. Tutto accade molto velocemente: entro poche decine di minuti dall’inizio della pedalata, aumenterà il tasso metabolico e la viscosità del sangue migliorerà. La portata di ossigeno, dagli 8 litri a riposo, raggiungerà i 100 litri al minuto nelle prestazioni di picco. Inoltre, l’afflusso di sangue al tuo cervello crescerà, aumentando la tua attenzione. Un grande quantitativo di ormoni della felicità verrà rilasciato nella circolazione sanguigna, motivandoti a proseguire senza avvertire dolore muscolare. Questo permetterà anche un miglioramento delle prestazioni cerebrali: se andrai in ufficio subito dopo aver pedalato, la tua efficienza lavorativa sarà particolarmente elevata. L’aumento del flusso sanguigno consentirà alle cellule di assumere più ossigeno e nutrimento dal sangue, che è un buon inizio per perdere peso.

2. …subito dopo le prima uscita

Poco dopo la prima uscita sarai più sicuro in sella alla tua bici e questo farà crescere la tua autostima. La pressione sanguigna si stabilizzerà. Detto ciò, dovrai anche fare i conti con dolori e indolenzimenti, soprattutto nei due giorni successivi alla pedalata. In particolare, portai avvertire fastidio e sofferenza ai glutei. È normale, e in questo caso non bisogna far altro che aspettare qualche giorno, lasciando che il dolore si attenui e che il corpo si adatti alla nuova attività. Dopo un breve riposo, potrai tranquillamente tornare in sella. A questo punto, il tuo cervello inizierà a rilasciare più endorfine, che favoriranno il buon umore. La soddisfazione dopo il duro lavoro è proprio questa: ti sentirai bene e sarai felice.

3. …ad alcune settimane dall’inizio

Dopo una o due settimane di ciclismo, i mitocondri del tuo corpo inizieranno a proliferare. Questi organelli cellulari sono dei veri e propri centri energetici delle cellule: aiutano a produrre energia in modo più efficiente. Lo stato generale delle tue cellule migliorerà: l’allenamento le renderà più resistenti e le aiuterà a rimanere sane più a lungo. La secrezione di enzimi responsabili della produzione dell’energia necessaria per la contrazione muscolare verrà potenziata. La capacità polmonare aumenterà lentamente e il cuore e i vasi sanguigni funzioneranno meglio. Il tuo sistema immunitario si rafforzerà: il livello dei linfociti nel sangue aumenterà. Il corpo sarà anche in grado di regolare più facilmente i livelli di zucchero e di altre sostanze nel sangue, immagazzinando meno grassi. Inizierai a digerire proteine e carboidrati quattro volte più velocemente. Questo ti farà perdere peso con più facilità.

4. …dopo un mese di ciclismo regolare

Dopo un paio di settimane, la tua forza e la tua forma fisica inizieranno a migliorare in modo significativo. Ora potrai pedalare con maggiore intensità e senza accusare dolori. Anche in salita, non sarai più l’ultimo del gruppo e nessuno dovrà più aspettarti. Tutto ciò aumenterà ulteriormente il benessere, grazie alle endorfine che si riverseranno nel tuo cervello. La tua vita quotidiana per molti aspetti sarà più semplice e agevole: potrai salire le scale con facilità e dormirai decisamente meglio.

5. …dopo alcuni mesi

Anche i tragitti più lunghi non saranno un problema, dal momento che i tuoi limiti sono stati superati già da alcune settimane. Ora sarai in grado di raggiungere il livello di prestazione della maggior parte dei tuoi compagni e non vedrai l’ora di correre, non importa per quanto tempo. Dopo alcuni mesi di ciclismo regolare, il tuo corpo apparirà diverso a prima vista. Le persone intorno a te se ne accorgeranno e i tuoi amici inizieranno a chiederti cosa dovrebbero fare per essere così in forma e felici. Inoltre, il tuo cuore aumenterà letteralmente di dimensioni e, grazie al pompaggio veloce durante il tuo recente periodo di allenamento, sarà anche più efficiente. Per la stessa ragione, la frequenza cardiaca a riposo diminuirà. Significa che il tuo cuore sarà in grado di pompare ed espellere più sangue ad ogni contrazione, lavorando meno intensamente rispetto a prima. In questo modo, ridurrai il rischio di un attacco cardiaco o di altre malattie cardiovascolari. Il trasferimento di ossigeno ai muscoli aumenterà e il flusso sanguigno microcircolatorio migliorerà. La coordinazione dei movimenti ti aiuterà a rafforzare il tuo sistema nervoso. La velocità delle trasmissioni di impulsi nervosi crescerà: l’attività cerebrale si perfezionerà e sarai in grado di ragionare e prendere decisioni più rapidamente. Secondo quanto scoperto da numerose ricerche, sarai meno stressato e sarai meno incline alla depressione e agli sbalzi d’umore.

6. …dopo un anno

Dopo dodici mesi in bicicletta, la qualità delle tue ossa migliorerà notevolmente. Anche chi soffre di osteoporosi, grazie a un’attività continua, potrebbe riacquisire la normale salute delle ossa, riducendo il rischio di frattura. Inoltre, molti studi hanno messo in evidenza come andare in bici regolarmente sia più efficace delle terapie di cura per l’ansia e anche di qualsiasi farmaco prescritto per determinati problemi psicologici. Probabilmente, l’aspetto più positivo è che, dopo meno di un anno, il ciclismo diventa un’abitudine consolidata. Quello che tutti considerano come una folle dipendenza è difatti un’ottima abitudine che migliorerà la salute, l’umore, l’autostima e anche le prestazioni lavorative.

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.