Condividi:

Ad una e una sola auto è permesso tagliare il traguardo del Tour de France al fianco di tutti i ciclisti. È un onore che spetta all’insostituibile Red Car – il centro di comando del Tour. Dal 2015, l’ultimo e particolarmente spazioso modello di ŠKODA SUPERB nella veste personalizzata “Corrida Red” è diventato lo sgargiante baluardo della più famosa competizione ciclistica al mondo. Ma, di preciso, cos’ha di così speciale?

Il Direttore del Tour Christian Prudhomme, durante le tre settimane di evento, presiede tutte le tappe a bordo della Red Car, che diventa un vero e proprio centro di controllo su quattro ruote. Questa SUPERB si distingue non solo per la carrozzeria luccicante, sulla quale spiccano i loghi degli sponsor: essa si differenzia, in particolare, per la sorpresa che si nasconde all’interno. Dalla sua postazione, Prudhomme trasmette ordini e riceve informazioni, comunica con il quartier generale, organizza il traffico attorno al gruppo e tiene i contatti con gli altri organizzatori e auto del Tour. Da qui la presenza di una piattaforma di comando collocata tra i due sedili anteriori. Il Direttore del Tour siede comodamente dietro, tenendo d’occhio l’intera situazione grazie alle sei antenne radio sul tetto, svariati microfoni e quattro canali radio.

L’altro sedile posteriore è riservato alle visite di famosi dignitari come il Presidente francese Emmanuel Macron, accolto con un bicchiere di Champagne e un piccolo tour esclusivo.

La ciliegina sulla torta è il clacson modificato: spostando una piccola levetta posizionata a fianco del volante, anche il saluto ai fan e ai corridori ha una firma unica.

Poiché quest’auto dà ufficialmente il via ad ogni gara, ogni anno è esposta allo sguardo di milioni di fan che seguono la gara da bordo strada o dal divano di casa. Ad oggi, possiamo affermare con sicurezza che è diventata uno dei simboli più distintivi del Tour, insieme alle maglie colorate, al logo, all’Arco di Trionfo, alla coppa e a molti altri…

Prossimo articolo della serie Alla famiglia più straordinaria che ci sia: i ciclisti.

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.