Condividi:

Tom Wheeler non è un ciclista come gli altri. La sua passione per le due ruote è quasi inimmaginabile. Nonostante abbia perso l’uso del braccio destro durante una gara in discesa, ha ancora voglia di pedalare il più possibile.

“Il 26 marzo 2011 partecipai a quello che sembrava un normalissimo weekend in bici. Non pensavo certo che quel giorno la mia vita sarebbe cambiata per sempre,“ dice Tom dell’incidente.

Al tempo la sua carriera ciclistica sembrava molto promettente, e stava affrontando la discesa con tutta la grinta possibile. Sfortunatamente colpì un ramo, perse il controllo della bici e il resto è storia.

Poteva anche aver perso l’uso del braccio, ma il suo amore per il ciclismo lo spinse a cercare una soluzione in grado di riportarlo in sella. Qualche anno fa collaborò con Poppy Farrugia e il PDR International Centre for Design Research per cercare di creare un tutore che potesse aiutare anche altri ciclisti in condizioni identiche o simili alla sua.

“Il tutore continua a progredire e presto potremo pensare di produrlo per gli altri”, dice il sito ufficiale Notbroken.

Questo sito web utilizza i cookie.

Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali tramite cookie e sui diritti dell’Utente, si rimanda all’Informativa sul trattamento dei dati personali tramite cookie e altre tecnologie web. Qui di seguito è possibile dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali anche per finalità statistiche e analisi del comportamento dell’Utente.